News su Fisco

RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Fisco
  1. Non solo è necessario adottare oggi misure per gestire la crisi da Covid-19, ma le azioni intraprese da un’azienda potrebbero avere un impatto finanziario solo tra un anno o due e potrebbero essere contestate dalle autorità fiscali ex post. In questo quadro, i prezzi di trasferimento sono un elemento critico che le imprese devono considerare. È dalla loro determinazione che si definiscono le modalità in cui gli utili o le perdite sono allocati all'interno del gruppo e quindi come, oggi, il Covid-19 influirà sui risultati che le imprese multinazionali raggiungeranno nei vari Paesi in cui operano. Quali sono gli elementi critici che richiedono attenzione dal punto di vista del transfer price? E quali le possibili soluzioni?
  2. Si apre con l’intervista a Massimo Miani, Presidente CNDCEC, la serie di incontri con gli Ordini professionali e le Associazioni di categoria per capire qual è e quale sarà il loro ruolo nella ricostruzione economica del Paese al tempo del Covid-19. “È tempo ormai di un riconoscimento pieno del lavoro svolto dalla nostra professione in campo fiscale. In questi mesi di emergenza la nostra è stata considerata un’attività essenziale e si tratta quindi di far corrispondere i fatti a questa incontrovertibile realtà”. Per sostenere gli studi professionali, soprattutto quelli di piccole dimensioni, Miani rilancia poi la carta dei crediti d’imposta che la politica dovrebbe riconoscere per gli investimenti tecnologici, anche nella prospettiva di un rafforzamento dello smart working e chiede al Governo “piena equiparazione tra misure per le imprese e misure per i professionisti: disparità di trattamento non sono davvero più concepibili. L’esclusione dei professionisti ordinistici dall’accesso ai contributi a fondo perduto è inaccettabile”.
  3. In tema di credito d'imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, nell’ipotesi di conferimento dell'unica azienda posseduta da un imprenditore individuale in una costituenda società, la rideterminazione del credito non può trovare applicazione, poiché i beni oggetto di agevolazione e i relativi crediti d'imposta non sono singolarmente dismessi o ceduti a terzi, ma circolano insieme all'azienda che verrà condotta dalla conferitaria nell'ambito dell'esercizio di un'attività imprenditoriale. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 143 del 25 maggio 2020.
  4. Nell’ambito del credito d'imposta per investimenti pubblicitari incrementali, sono esclusi dalla concessione del bonus - oltre che i soggetti che nell'anno precedente a quello per il quale si richiede il beneficio non abbiano effettuato investimenti pubblicitari ammissibili - anche quelli che abbiano iniziato l'attività nel corso dell'anno per il quale si richiede il beneficio. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 144 del 25 maggio 2020, con cui ha specificato quali siano in linea generale le condizioni per accedere al credito d’imposta.
  5. Il decreto Rilancio ha previsto la sospensione - fino al 31 agosto 2020 - dei termini per i versamenti derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento affidati all’Agente della riscossione. La sospensione riguarda anche la notifica di nuove cartelle, delle procedure e degli altri atti di riscossione. Le rate 2020 della rottamazione ter e del saldo e stralcio, se non versate alle relative scadenze, potranno essere pagate entro il 10 dicembre. Sono alcune delle novità del D.L. n. 34/2020 analizzate nelle FAQ pubblicate dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione.