ODCEC

News su Fisco

RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Fisco
  1. Ai fini del regime IVA applicabile all’operazione di sale and lease back, nei casi in cui dalla disamina della singola fattispecie contrattuale sia possibile individuare elementi “sintomatici” di una effettiva cessione del bene dal cedente/utilizzatore alla società di leasing, possono ritenersi validi e applicabili i chiarimenti resi con la circolare n. 218 del 2000, secondo cui per effetto del trattamento fiscale applicabile ai rapporti giuridici derivanti dal contratto di “sale and lease-back”, in via di principio, risulta detraibile sia l’imposta relativa all’acquisto del bene, da parte della società di leasing, sia quella afferente i canoni di locazione pagati dall’utilizzatore. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 3 del 3 febbraio 2023.
  2. Pubblicata la nuvoa guida delle Entrate che illustra il quadro aggiornato delle varie situazioni in cui sono riconosciuti benefici fiscali in favore dei contribuenti con disabilità, indicando le persone che ne hanno diritto. In particolare, sono spiegate le regole e le modalità da seguire per richiedere le agevolazioni. Ad esempio per i veicoli è presente la guida ricorda che è presente una detrazione Irpef del 19% della spesa sostenuta per l’acquisto; l’Iva agevolata al 4% sull’acquisto; l’esenzione dal bollo auto e l’esenzione dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà.
  3. Il Regolamento della Commissione UE estende anche al titolare di una informazione vincolante in materia di origine (IVO) l’obbligo di indicarne il numero di riferimento nella dichiarazione doganale afferente alle merci per le quali il provvedimento sia stato rilasciato, obbligo che, precedentemente, era invece previsto con esclusivo riferimento alle informazioni vincolanti in materia tariffaria (ITV). Lo ha chiarito l’Agenzia delle Dogane con la circolare n. 2 dell’1 febbraio 2023.
  4. In tema di spese di lite corrisposte da un'amministrazione pubblica soccombente in favore dell'avvocato difensore, nel caso di compensi corrisposti a professionisti che applicano il regime forfetario, per i quali è espressamente previsto che i compensi non sono assoggettati a ritenuta d'acconto da parte del sostituto d'imposta, l'amministrazione pubblica soccombente dovrà comunque emettere la certificazione unica per redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi, riportando l'intero importo corrisposto sia al punto 4 (ammontare lordo corrisposto) che al punto 7 (altre somme non soggette a ritenuta) della suddetta certificazione. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 189 del 2023.
  5. Le novità riguardanti le figure di Destinatario certificato e di Speditore certificato trovano applicazione dal 13 febbraio 2023. Lo ha evidenziato l’Agenzia delle Dogane con la circolare n. 3 del 3 febbraio 2023 con cui ha specificato che esclusivamente tra tali soggetti possono essere movimentati prodotti sottoposti ad accisa immessi in consumo nel territorio di uno Stato membro e successivamente trasportati verso altro Stato membro per esservi consegnati per scopi commerciali, previo conseguimento di autorizzazione della competente autorità.