Strumenti di accessibilità

News su Impresa

RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Impresa
  • Il ddl sulla cybersicurezza contiene una serie di misure destinate al rafforzamento della cybersicurezza nazionale. È una risposta concreta alle minacce informatiche attuali e tra le misure adottate si annoverano un inasprimento delle pene edittali in caso di attacchi a sistemi informatici o telematici e l’obbligo di segnalazione tempestiva degli incidenti che intervengono su reti, sistemi informativi e servizi informatici. Quali sono gli impatti per le amministrazioni pubbliche?
  • Nella seduta del 24 maggio 2024, il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge relativo al recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti dell’Unione europea - legge di delegazione UE 2024. In particolare, tra i provvedimenti da recepire si segnalano le direttive (UE) 2023/2225 e 2023/2673 finalizzate a garantire una maggiore tutela dei consumatori, anche con riferimento al settore dei contratti di servizi finanziari conclusi a distanza, la direttiva (UE) 2023/2668 sulla protezione dei lavoratori contro i rischi connessi all’esposizione all’amianto e la direttiva (UE) 2024/1203 sulla tutela penale dell’ambiente. Previsto, inoltre, il recepimento della Direttiva (UE) 2024/1275 (Case green) sulla prestazione energetica nell’edilizia. Quali sono gli altri provvedimenti attesi?
  • Lo schema di decreto correttivo del Codice della crisi e dell’insolvenza prevede novità con riferimento alla segnalazione anticipata dell’emersione della crisi d’impresa. Secondo le nuove norme, infatti, è previsto non solo per l’organo di controllo societario, ma anche per il soggetto incaricato della revisione legale l’obbligo di segnalare, per iscritto, all’organo amministrativo, la sussistenza dei presupposti di per la presentazione dell’istanza relativa all’accesso alla composizione negoziata. Tra le modifiche viene valorizzata anche la tempestività della segnalazione. Cosa cambia?
  • La Corte costituzionale con la sentenza n. 94 del 24 maggio 2024 ha rigettato la questione sollevata dal Presidente del Consiglio dei ministri, affermando che con la legge della Regione Valle d’Aosta che disciplina degli adempimenti amministrativi in materia di locazioni brevi per finalità turistiche impugnata, il legislatore regionale ha inteso concretizzare quanto già stabilito nella legge urbanistica regionale. La Regione, infatti, ha configurato come mutamento di destinazione d’uso dell’immobile, da abitazione principale (prima casa) ad abitazione temporanea (seconda casa), l’impiego di parti dello stesso (le “camere arredate”) a fini di locazione turistica breve per un tempo superiore a centottanta giorni annui, ritenendolo corrispondente a un uso “non puramente occasionale e momentaneo”, in linea con la legge urbanistica regionale.
  • Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, con l’informativa n. 77/2024 del 24 maggio 2024, precisa che, trattandosi di presupposti indefettibili per ottenere la conferma dell’iscrizione nell’elenco dei professionisti che provvedono alle operazioni di vendita, il triennio di riferimento entro cui conseguire un numero di crediti non inferiore a 60, decorre dalla data di iscrizione nell’elenco. Allo stesso modo decorre dalla data di iscrizione nell’elenco l’anno entro cui conseguire almeno 15 crediti dei 60 crediti utili per la conferma dell’iscrizione.